Eventi
 

1° Motoraduno al B&B Pieffe
Arrampicata Sportiva
Frascineto e dintorni
Collabora con noi
Curiosità
Mappa
Eventi


Prezzi 
   

Acquaformosa

* Il 1° maggio, e la prima e l'ultima domenica di luglio, pellegrinaggio al Santuario più alto della Calabria, m. 1450 s.l.m., di S. Maria del Monte.
* La 1° domenica di giugno sagra delle "piticele", frittelle di fiori di sambuco.
* Celebrazione della Settimana Santa secondo il rito Bizantino-Greco.
* Benedizione dell'acqua alla fontana pubblica il giorno dell'Epifania.
* Durante il Carnevale si eseguono le "Vallje" in costume tradizionale albanese.
* Festa di S. Francesco di Paola la prima domenica dopo Pasqua.
* Festa di S. Giovanni Battista il 24 giugno.
  • Aieta

    * Il 31 maggio festa di S. Maria della Visitazione con processione religiosa.
    * Il 15 giugno festa patronale di S. Vito martire con processione religiosa.
    * L'8 dicembre festa dell'Immacolata Concezione con processione religiosa.
    * La seconda domenica di agosto sagra del prosciutto.
    * Ad agosto sagra del fusillo e mostra di prodotti tipici locali.
    * Tra le tradizioni ormai scomparse è la sagra d'incanto (arriffare). Durante la processione con la quale si accompagnava la statua di S. Vito nella Cappella d'ingresso del paese si procedeva alla gara d'incanto del giglio, dei sandali e del mantello del Santo e per ultimo della statua. Permane invece la riffa degli agnelli donati dai pastori di Aieta al Santo patrono durante i festeggiamenti del 15 giugno.
  • Alessandria del Carretto

    * Festa dell'Abete che ha inizio l'ultima domenica di aprile. Nel bosco Spinazzeta avviene il taglio di un gigantesco abete (oggi, data la rarefazione di questa specie nei boschi del Pollino, può essere anche un faggio), viene poi trainato in paese con la sola forza delle braccia; il rituale è accompagnato dal buon vino alessandrino, da canti, balli e suoni di organetti e zampogne. Una sosta avviene nel bosco della "Difesella". Alle spalle del paese ad attendere i "Pitajuoli", ci sono le donne con grossi cesti pieni di salumi, carne, frittate di funghi, formaggi e tanti altri prodotti locali. Dopo la sosta si riprende il viaggio fino alla piazzetta di S. Vincenzo, ove i balli concludono la serata. Non si conosce l'origine della festa10.
    * Festa patronale di S. Alessandro il 3 maggio. Dopo aver addobbato la chioma con doni, viene innalzata la maestosa pianta; la mattinata è dedicata alle funzioni religiose, il pomeriggio all'abete, il quale può essere scalato da chiunque, anche se solo pochi temerari riescono a raggiungere la cima e appropriarsi dei doni. A sera l'albero viene messo a terra e ognuno ne porta a casa un ramoscello.
    * Il 4 maggio festa di S. Francesco con processione e incanto.
    * Festa di S. Vincenzo l'ultima domenica di agosto, con processione religiosa e incanto. Fiera il giorno precedente.
    * Il 13 giugno festa di S. Antonio con processione religiosa.
    * Il 25 giugno festa di S. Alessandro martire con processione religiosa.
    * Festa della Madonna dell?_???o Sparviere la seconda domenica di agosto. I festeggiamenti avvengono a 1650 mt. e comprendono la celebrazione della S. Messa e la Processione attraverso i sentieri alberati della montagna; segue il pranzo al sacco all'ombra delle faggete. o A metà agosto sagra dello stufato.
    * Il 16 agosto festa di S. Rocco con processione religiosa ed incanto.
    * Il lunedì successivo all'ultima domenica di agosto si celebra la festa della Madonna del Carmine. La processione avviene con i "cinde", ex voto realizzati con candele e nastri modellati a castello; dopo la processione l'incanto.
    NOTE: 9 cfr. AVOLIO S., Le acerete di Alessandria del Carretto, in "Pollino - il mensile del Parco", anno II n. 6, settembre 1993, pp. 14-16. 10 cfr. LONGO O., La festa dell'abete a Alessandria del Carretto, in "Apollinea", anno II n. 2, marzo-aprile 1998, p.13.
    * Carnevale Alessandrino che va dal 2 febbraio al martedì grasso con le tipiche maschere del puhicinelle bielle, puhicinelle brutte e l' urse (pulcinella bello e brutto e l'orso).
    * L' 8 dicembre festa della Madonna Immacolata. La festa coincide col giorno "i spinnehe vutte" (assaggio del nuovo vino).
    * Il 13 dicembre festa di S. Lucia. In occasione della festa si consuma il tipico piatto di "coccije", grano bollito e condito con mosto cotto al miele. o Pasqua: oltre le tipiche tradizioni della zona si usa fare il sabato un gran falò nella piazza principale.
    * Al Corpus Domini si costruiscono altarini per le vie del paese.
  • Belvedere Marittimo

    * Fiera di S. Antonio Abate il 17 gennaio.
    * Processione religiosa il Venerdì Santo e il giorno precedente.
    * Festeggiamenti in onore della Madonna del Rosario nel mese di maggio.
    * Processione religiosa in onore della Madonna delle Grazie il 2 luglio.
    * Il 31 luglio chiusura dei festeggiamenti in onore della Madonna delle Grazie con fiaccolata.
    * La prima domenica di agosto festa della Madonna di Porto Salvo con caratteristica processione sul mare. Nello stesso giorno sagra del pesce.
    * Dal 13 al 20 ottobre festeggiamenti in onore di S. Daniele con fiera permanente.
  • Buonvicino

    * Il 16 aprile e il primo gennaio processione di S. Ciriaco.
    * Il 25 aprile festa di S. Marco.
    * L'ultima domenica di maggio festa della Madonna dell'Aiuto.
    * Il 4 e 5 agosto festa della Madonna della Neve con processione nei dintorni del Santuario. Ogni 5 anni la Statua viene portata al paese con una processione che si snoda per tutto il territorio.
    * Dal 16 al 20 settembre festa patronale di S. Ciriaco con processione e festeggiamenti vari; in particolare il giorno 17 processione con la statua alla Grotta.
    * Il 13 dicembre processione in contrada Orecchiuto in onore di S. Lucia.
    * Nel periodo natalizio si organizza il presepe vivente.
  • Castrovillari

    * Il 27 gennaio festa di S. Giuliano con Sagra delle &q?_???uot;vecchiaredde".
    * Rinomato è il "Carnevale del Pollino" con sfilate di carri allegorici e gruppi mascherati. * Dal 30 aprile al 3 maggio festa della Madonna del Castello.
    * Il 17 e il 18 giugno fiera di S. Giovanni. o Festa della Madonna del Carmine il 14 luglio.
    * Festa campestre della Pietà il 14 e 15 agosto.
    * Festa di S. Rocco con sagra della melanzana il 16 agosto.
    * Festa della Madonna degli Infermi con sagra dell'uva ultima domenica di settembre in contrada Vigne.
    * Festival internazionale del folklore nel mese di agosto.
    * Festa dei SS. Medici il 26 settembre.
    * Manifestazione "CIVITA…nova - vivere il centro storico" nel mese di settembre.
  • Cerchiara di Calabria

    * Riti della Settimana Santa;
    * Il 24 aprile fuochi pirotecnici alla località Lacco e veglia in onore della Madonna delle Armi;
    * Il 25 aprile festa della Madonna delle Armi con S. Messa e processione religiosa alla località Lacco, esiste la tradizione dei penitenti scalzi per un voto alla SS. Vergine;
    * Prima domenica dopo Pasqua, festa di S. Francesco di Paola in c/da Piana con processione religiosa, serata canora con fuochi pirotecnici e riffa;
    * Il 14 maggio festa del Santo Patrono S. Bonifacio con processione religiosa per le vie del paese, serata canora con riffa;
    * Pentecoste, inizi di giugno, S. Messa al Santuario S. Maria delle Armi, con processione in località Lupparello, fuochi pirotecnici;
    ?_???* 1-13 giugno, tredicina in onore di S. Antonio;
    * Il 12 giugno, fiera-mercato con serata musicale;
    * Il 13 giugno, S. Antonio, processione per le vie del paese, serata musicale con riffa e fuochi pirotecnici;
    * Terza domenica di settembre, festa della Madonna dell'Addolorata, processione con banda musicale, serata canora con riffa;
    * La seconda domenica di ottobre, festa Madonna del Rosario, con processione con banda musicale, serata canora con riffa;
    * Carnevale Cerchiarese, con sfilata di carri allegorici per le vie del paese;
    * Estate Cerchiarese con varie sagre, mostre fotografiche, pittura, scultura artigianale, proiezioni di diapositive soprattutto sul Pollino, proiezione di film, serate canore e danzanti con discoteche all'aperto e balli tradizionali e popolari;
    * Il 14 agosto "Festa dell'Emigrante" al Santuario di S. Maria delle Armi con fiaccolata;
    * Giochi tradizionali: ruppa pignate, tiro alla fune, gara di pastasciutta, corsa coi sacchi, caccia al tesoro;
    * In tutte le feste è tradizione suonare la zampogna, soprattutto nel periodo natalizio;
    * Continua la tradizione del ballo della "tarantella" che si danza nelle feste popolari e nelle ricorrenze familiari;
  • Civita

    * L'area del centro storico di Civita rappresenta nel suo complesso una delle isole linguistiche albanofone.
    * L'11 febbraio festa di S. Biagio, patrono del paese, con distribuzione di panini in onore del Santo.
    * "Le Ceneri", me?_???rcoledì dopo Carnevale, uomini, donne, ragazzi completamente vestiti di bianco entrano nelle case senza parlare facendosi precedere dal solo suono di un campanello, per gettare un po' di cenere sul palmo della mano di ognuno.
    * Durante la Settimana Santa (Java Madhe) particolari sono i canti popolari arberëshë, le "kalimere", che rievocano la passione e la morte di Cristo.
    * All'alba della domenica di Pasqua si svolge una sacra celebrazione, la "Fjalza mir" (la Parola Buona), che rappresenta l'entrata nel Tempio di Cristo. La messa di San Giovanni Cristomo è celebrata in greco o in albanese. (Gli Arbëreshë sono cattolici di rito greco-bizantino).
    * Il martedì di Pasqua si danza la "Vallja"; un ballo in piazza praticato in costume tipico da giovani e meno giovani, i quali cantano in coro i "Vjershe". La "Vallja" con fantasiose evoluzioni ed improvvisi spostamenti avvolgenti imprigiona qualcuno del pubblico, meglio se "letir" (italiano), che paga al bar il proprio riscatto.
    * Nei primi tre giorni di maggio si realizzano i "kaminet", falò nei quali dal tramonto si brucia, nei vari rioni, solo il lentischio (dushku).
    * Il 13 giugno festa di S. Antonio con processione religiosa.
    * Durante il Ferragosto Arbëreshë si svolgono giochi e gare per celebrare la Madonna della Pietà. Ai vincitori vanno le tradizionali "kulacet", torte portate dai fedeli in Chiesa.
    NOTA: 48 cfr. AA.VV., La chiesa di S. Maria Assunta, CIVITA, Tipolito Jonica, Trebisacce 1994
    * Il 15 agosto festa della Madonna della Pietà con processione ?_??? religiosa. Nel pomeriggio si svolgono i giochi popolari in onore della Madonna. o La seconda domenica di ottobre festa della Madonna del Rosario con processione religiosa.
  • Francavilla Marittima

    * Nel mese di febbraio il Carnevale viene festeggiato con sfilate di carri allegorici e con la festa "ruppa pignate" che simboleggia il passaggio dal Carnevale alla Quaresima.
    * Il Venerdì Santo processione religiosa con canti popolari.
    * Il 22 maggio festa di S. Rita con processione religiosa.
    * Il 13 giugno festa di S. Antonio con processione religiosa.
    * La prima domenica di agosto festa della Madonna del Carmine con processione religiosa.
    * Ad agosto festa dell'emigrante e sagra dei "Firzuoli". (pasta fatta in casa).
    * Il 14 e il 15 settembre festa e fiera della Madonna degli infermi.
    * Il 12 e 13 dicembre festa e fiera di S. Lucia.
  • Frascineto

    * L'area del centro storico di Frascineto e la frazione di Eianina rappresenta una delle isole linguistiche albanofone del territorio del parco.
    * Festa di S. Basilio il primo gennaio, Santo protettore della frazione di Eianina, con la messa all'incanto del libro, della croce e del bastone del Santo.
    * A febbraio commemorazione dei defunti secondo il rito ortodosso con la distribuzione ai fedeli del grano cotto benedetto.
    * Domenica, lunedì e m?_???artedì di Pasqua si danza la "Vallja"; un ballo in piazza in costume tipico accompagnato dai "Vjershe".
    * La seconda domenica dopo Pasqua si celebra la festa della Madonna di Lassù ai piedi del Santuario.
    * Festa dei SS. Pietro e Paolo il 29 giugno.
    * Festa di S. Lucia il 13 dicembre. La sera del giorno 12 in ogni rione avviene l'accensione di falò (kaminet).
  • Grisolia

    * La Domenica delle Palme processione religiosa in mattinata da S. Antonio a S. Rocco. Il pomeriggio processione in località Serra.
    * Il 19 marzo festeggiamenti in onore di S. Giuseppe con processione religiosa.
    * Il 12 e 13 giugno festa del patrono di S. Antonio con processione religiosa.
    * Il 14, 15 e 16 agosto festa di S. Rocco. Durante la processione religiosa i fedeli portano in testa le cosiddette "cagge", strutture in legno rivestite di ceri, fiori e nastri colorati.
    * Durante la prima settimana di settembre viene effettuato il pellegrinaggio a piedi da Grisolia a S. Sosti lungo il sentiero Pantanelli - varco del Palombaro - fiume Rosa - Santuario della Madonna del Pettoruto.
  • Laino Borgo

    * Il 20 gennaio fiera di S. Sebastiano.
    * Il 3 febbraio fiera di S. Biagio.
    * Festa di S. Giuseppe il 19 marzo, si distribuisce il famoso piatto di ceci cotti. Alla vigilia della festività si accendono fal&?_???ograve; all'aperto.
    * Il Venerdì Santo si rappresenta la tragedia popolare della Giudaica che ha assunto grossa rinomanza in tutta la regione. Gli atti rappresentati sono undici: l'Ultima Cena, al Sinedrio, all'Orto, da Anna, da Caffa, Pentimento di Pietro, Pentimento di Giuda, da Pilato, da Erode, ritorno da Pilato, il Supplizio. La processione del Cristo morto si esegue al suono delle "truoccole" (strumenti a percussione formati da cassette di legno).
    * L'8 maggio fiera di S. Michele.
    * Il 12 e il 13 giugno per la festa di S. Antonio sopravvive la tradizione del traino delle "ntinne". Prima della ricorrenza i contadini salgono sui monti a tagliare questi alberi altissimi (ntinne), per lo più faggi, che, lavorati e squadrati, vengono trainati dai buoi nel pomeriggio fra canti e suoni. Segue il "liolò", specie di vendita all'asta di oggetti e prodotti; la pianta più alta (rucchetta) viene alzata e funge da albero della cuccagna. Si distribuisce pane azimo (paniciedi i santino). Anche per questa festa alla vigilia si accendono falò all'aperto.
    * Il martedì dopo la Pentecoste festa con processione religiosa.
    * Il 7 luglio festa del Beato Pietropaolo Navarro martire Lainese, nato nel 1560 e arso vivo nel 1622 a Ximabara in Giappone.
    * Festa del S. Sepolcro o Madonna dello Spasimo nella seconda domenica di settembre nel Santuario delle Cappelle. Nella processione vengono portati in testa da donne scalze, i "cinti", addobbi di fiori, nastri e ceri.
    NOTA: 65 cfr. TROMBETTI G., Il Santuario delle Cappelle a Laino Borgo, in "Pollino - il mensile del Parco", anno II n. 5, estate ?_??? 1993, p. 12.
    * La prima domenica di ottobre festa di S. Teresa del Bambin Gesù con processione religiosa.
    * La seconda domenica di ottobre fiera del Rosario.
    * Il martedì di Carnevale avviene la sfilata di maschere dette "Frassi-Capudannu e i Misi".
  • Laino Castello

    * Il 13 giugno festa di S. Antonio. Caratteristico è lo strascico dei tronchi il sabato sera e la processione con la statua del Santo. La domenica sera si effettua l'asta dei tronchi e dei doni offerti dai fedeli.
    * Festa della Madonna degli Scolari la seconda domenica di agosto con processione religiosa.
    * Festa della patrona del paese, la Madonna delle Vergini, la seconda domenica di settembre con processione religiosa.
  • Lungro

    * Si festeggia il Carnevale con festosi costumi femminili.
    * Il 6 gennaio si celebra la benedizione delle acque.
    * La prima domenica di luglio si celebra la festa di S. Maria del Monte della parrocchia di S. Giovanni Battista di Acquaformosa.
    * L'ultima domenica di luglio festa di S. Elia.
    * Il 6 novembre festa di S. Leonardo, protettore della Salina.
    * Il 6 dicembre festa di S. Nicola, patrono del paese, con processione e tradizionali falò.
    * Il 12 e il 13 dicembre si celebra la festa di S. Lucia con accensione di falò.
    * Durante la settimana Santa, in parti?_???colare il Venerdì, processioni con canti popolari.
    * Il Sabato Santo durante la funzione liturgica avviene lo spargimento di fiori come preannunzio della Resurrezione; si ha il canto notturno del Cristo Risorto, suggestivo canto pasquale comune a tutti i popoli di rito bizantino.
    * La domenica di Pasqua si celebra la funzione della Resurrezione con canto del Cristo risorto ed apertura della porta della Cattedrale.
    * Il martedì dopo la Pentecoste si celebra la festa della Madonna di Costantinopoli nell'antica chiesetta.
  • Maierà

    * Il 19 marzo festa di S. Giuseppe con processione religiosa.
    * Il Venerdì Santo Via Crucis vivente per le vie del paese.
    * Il 28 e 29 giugno festa di S. Pietro con processione religiosa e fiaccolata.
    * Dal 14 al 16 luglio festa della Madonna del Carmine con processione religiosa e fiaccolata.
    * Ad agosto si svolgono le seguenti sagre: lagane e ceci, del fritto e del dolce.
    * L'8 agosto festa di S. Domenico con processione religiosa.
    * Il 13 dicembre festa di S. Lucia con processione religiosa.
    * Il 24 dicembre Natale con presepe vivente.
    * Tra le usanze tradizionali permane quella dell'uccisione del maiale, con scambi di inviti tra vicini durante i mesi di gennaio e febbraio.
  • Morano Calabro

    * Festa dell'Annunziata la prima Domenica di maggio.
    * Fest?_???a di S. Bernardino, patrono di Morano, e Festa della Bandiera il 20 maggio. Particolarmente suggestiva è l'offerta simbolica delle chiavi al santo in richiesta di protezione della città. La cerimonia avviene durante la Festa della Bandiera (19 e 20 maggio), una sorta di palio cittadino a cui partecipano i tre rioni del paese per commemorare la liberazione dal dominio saraceno, avvenuta nel 1076 con l'aiuto dei normanni.
    * Cronoscalata del Pollino la seconda domenica di giugno.
    * Morano Blues Festival nel mese di luglio-agosto.
    * Dal 14 al 16 luglio festa della Madonna del Carmine, processione per le vie del centro storico, banda musicale, complessi leggeri e lirici, fuochi artificiali.
    * A Campotenese festa della Madonna delle Nevi la prima domenica di agosto.
    * Festa agreste di S. Rocco il 16 agosto.
    * Festa della Madonna delle Grazie la seconda domenica di settembre.
    * Festa della Madonna Addolorata la terza domenica di settembre.
  • Mormanno

    * Il Martedì Grasso viene rappresentata la farsa della morte di "zù Carnulivaru" assistito da una frotta di dottori inconcludenti e dalla moglie "zà Caraisima".
    * San Giuseppe, 19 marzo. La festa popolare si articola in due momenti: "u cummitu" (il convito) invito collettivo fatto da alcuni devoti del Santo in cui vengono serviti "fasuli assoluti" (fagioli), "lagani e ciciri" (tagliolini con ceci), baccalà in pastella fritto e infine le zeppole. Nel pomeriggio vengono all?_???estite nei vari rioni del centro abitato cataste di legna - "fagone" - che verranno accese all'imbrunire e attorno alle quali si veglia tra canti e balli tradizionali. o Settimana Santa - oltre ad allestimenti scenici con partecipazione popolare sulla Passione del Cristo, è caratteristico l'allestimento del Sepolcro di Cristo morto il Giovedì Santo, continuazione del rito classico dei Giardini di Adone. La liturgia raggiunge il suo apice quando appare la statua dell'Addolorata - anticamente portata dalla famiglia che ne aveva avuto il privilegio con l'incanto - sulle note di un tradizionale canto struggente.
    * Festa della Madonna della Catena. L'ultima domenica di aprile i fedeli conducono in processione la statua dalla Cappella, posta a pochi chilometri dal paese, alla Chiesa Madre; l'ultima domenica di Maggio la processione si snoda all'inverso e la statua viene ricondotta nella sua Cappella. Terminata la festa religiosa ha inizio la festa campestre nei prati circostanti. o Agosto Mormannese - rassegna estiva triennale di mostre, rappresentazioni sceniche e musicali, manifestazioni sportive ed eventi tra i suggestivi vicoli del centro storico.
    * Fiera di S. Lorenzo. Fiera di antichissima origine, già documentata nel XVI secolo.
    * Festa dell'Assunta 15 agosto - principale festa del paese durante la quale il sindaco consegna al Vescovo le chiavi come atto di consegna della città; 15 ducati in segno di mantenimento della fede; il cero simbolo della preghiera dell'intera collettività.
    * Festa di S. Rocco, ultima domenica di agosto. Festa religiosa particolarmente sentita dai contadini i quali offrono al santo, grano e agnelli in segno di ringraz?_???iamento per il raccolto.
    * Vecchi Vasili 31 dicembre. Gruppi di giovani girano per le strade del paese percuotendo oggetti metallici per annunciare la fine del vecchio anno e l'arrivo del nuovo. Vasili da Basilio ricorda forse un rito dei monaci basiliani qui stanziati nella regione ascetica del Mercurion.
  • Mottafollone

    * Festa patronale di S. Antonio Abate il 17 gennaio, con processione religiosa.
    * Il 16 luglio festa della Madonna del Carmine, con processione religiosa.
    * Festa di S. Antonio Abate per gli emigranti il 17 agosto, con processione religiosa.
    * Carnevale mottafollonese.
  • Orsomarso

    * Il 1° gennaio concerto di Capodanno a cura del complesso bandistico.
    * Il 2 gennaio festa patronale di S. Sebastiano con processione religiosa.
    * Ultimo giorno di Carnevale: sfilata in maschera per le vie del paese.
    * Il 18 Marzo vigilia di S. Giuseppe, con accensione di falò e distribuzione di panini, frittelle e vino.
    * Il 19 marzo festa di S. Giuseppe con distribuzione di pane benedetto nella chiesa. Alcuni devoti preparano un pranzo chiamato "u mmito" principalmente a base di legumi, tagliatelle, riso, verdura, "savuza" (fette di zucchine essiccate), baccalà fritto e pane casereccio.
    * La seconda domenica di maggio festa della Madonna di Mercuri con processione religiosa.
    * La domenica successiva al 1?_???3 giugno: festa di S. Antonio con processione religiosa e mercato.
    * Festa del Corpus Domini: processione con il SS. Sacramento per le vie del paese addobbate con lenzuola e coperte, fiori di ginestre, petali di rosa, salvia.
    * L'ultima domenica di luglio festa di S. Anna con processione e mercato.
    * Il 14 agosto celebrazione della SS. Messa alla grotta della Madonna di Lourdes.
    * Il 15 agosto festa Madonna dell'Assunta con processione religiosa e fiaccolata.
    * L'ultima domenica di settembre festa dei Santi Cosma e Damiano con processione religiosa e mercato.
    * Il 13 dicembre Santa Lucia con processione religiosa, fuochi d'artificio e mercato.
    * Intorno al 20 dicembre: allestimento presepe in piazza Municipio e tutte le sere festa intorno al fuoco fino all'Epifania.
  • Papasidero

    * Festa di San Francesco di Paola la terza domenica dopo Pasqua con processione religiosa.
    * Festa patronale della Madonna di Costantinopoli il martedì dopo la Pentecoste con processione religiosa e incanto di animali per offerte alla Madonna.
    * Festa di S. Antonio da Padova la prima domenica dopo il 13 giugno con processione religiosa e benedizione dei pani che vengono offerti annualmente da persone come ex voti. Tradizionale sfilata delle travi lungo la strada principale trainata dai buoi parati a festa e successivi incanto delle travi, il cui ricavato va alla festa.
    * Festa della Madonna delle Grazie la prima domenica di luglio in c.da Avena con processione religiosa.
    ?_??? * Festa del Sacro Cuore la seconda domenica di luglio in c.da Tremoli con processione religiosa.
    * Festa della Madonna del Carmelo il 16 luglio, festa campestre con processione religiosa e pic-nic nei pressi della Cappella.
    * Festa patronale di San Rocco la prima domenica dopo il 16 agosto, processione religiosa, fiera e fuochi pirotecnici.
  • Plataci

    * L'area del centro storico di Plataci rappresenta nel suo complesso una delle isole linguistiche albanofone.
    * Il 6 gennaio, processione alla fonte San Rocco e benedizione dell'acqua.
    * Nel mese di febbraio, commemorazione dei morti secondo il rito greco-ortodosso.
    * Nel mese di maggio festa Madonna di Costantinopoli, danze con ceri votivi.
    * Il 19 agosto, fiera, mercato e manifestazione musicale con i piccoli cantori.
    * Il 20 agosto, festa di San Rocco con processione per il paese. Successivamente avviene il gioco delle pignatte denominato "cuzzurunet".
    * Il 21 agosto festa della Madonna del Monte. La processione parte dal paese fino alla cappella a mt. 1020 s.l.m., a circa un chilometro dal paese, giunti alla Cappella si consuma la colazione a sacco.
    * L'ultima domenica di settembre festa patronale di San Giovanni Battista con processione religiosa.
    * La prima domenica di novembre festa della Madonna di Costantinopoli, danze con ceri votivi.
    * La Messa del Natale viene accompagnata da suoni di flauto (di canna) e con il tipico "churchiulunni", strumento di terracotta riempito d'acqua che emette un suono ti?_???pico.
  • Praia a Mare

    Festa della Madonna della Grotta dal 14 al 18 agosto. È la festa più importante perchè in onore della patrona del paese. Suggestive sono le processioni: quella terrestre è contrassegnata dalle "cinte", piramidi di candele e fiori che donne scalze portano in testa come ex voto per grazia ricevuta. La processione via mare si celebra la sera del 15 agosto.
  • San Basile

    * L'area del centro storico di S. Basile rappresenta nel suo complesso una delle isole linguistiche albanofone.
    * Il Giovedì Santo, la sera in chiesa, si canta la Passione di Cristo.
    * Processione con l'Addolorata e il Cristo morto la sera del Venerdì Santo.
    * Processione del Kristos Anesti l'alba della domenica di Pasqua.
    * Il 25 maggio festa patronale di S. Giovanni Battista.
    * Festa patronale di S. Maria Odigitria il lunedì e il martedì dopo la Pentecoste con solenne processione.
  • San Donato di Ninea

    * Il sabato precedente la Pasqua, all'alba, si svolge la processione; essa è preceduta da ragazzi che suonano un caratteristico strumento di legno detto "tocco".
    * Il 23 e il 24 maggio festa della Madonna dell'Assunta. Il 24 s?_???i svolge la processione per le vie del paese: finestre e balconi vengono addobbati con coperte colorate o lavorate all'uncinetto. Al tramonto una fiaccolata per le vie principali del paese. La festa si conclude con il caratteristico lancio del "pallone" dal piazzale Motta il 31 maggio.
    * Nel giorno del Corpus Domini processione per il paese ed allestimento in ogni quartiere della tradizionale "cappella".
    * Dal 31 luglio al 2 agosto iniziative ricreative e musicali nella contrada Vallo Marino.
    * Nella prima metà di agosto: festa di San Donato (patrono del paese) - fiera e iniziative culturali - sagra "du turdiddru" (biscotto locale) in contrada Licastro - Festival dell'organetto e Festa dell'emigrante.
    * Dal 13 al 16 agosto festa dell'Assunta nella frazione Ficara. o La terza domenica di agosto festa di S. Sebastiano, nella frazione di Policastrello.
    * Nella prima decade di novembre sagra della castagna nel centro storico del paese e sagra del maiale nella frazione Ficara.
  • Sangineto

    * Il 24 e 25 gennaio fiera e festa della Madonna del Rosario con processione religiosa.
    * Venerdì Santo con processione religiosa e Passione.
    * Il 19 marzo festa di S. Giuseppe.
    * Il 29 giugno festa dei SS. Pietro e Paolo.
    * Il 16 luglio festa della Madonna del Carmine con processione religiosa.
    * Il 5 agosto festa patronale della Madonna della Neve.
    * La seconda domenica d'agosto festa di S. Francesco di Paola con processione religiosa, fiaccolata e fuochi pirot?_???ecnici.
    * Il 29 settembre festa di S. Michele Arcangelo con processione, fiera e fuochi pirotecnici.
    * Il 13 dicembre festa di S. Lucia con processione religiosa.
  • San Lorenzo Bellizzi

    * Dall'8 al 10 agosto festa patronale di S. Lorenzo martire con fiera e processione religiosa.
    * Il 24 agosto festa di S. Rocco, processione con i "cirji". Questi sono castelli di candele, nastri e coccarde portati in testa dalle donne durante la processione in segno di devozione per grazia ricevuta.
    * L'ultima domenica di luglio festa di S. Anna. La celebrazione, con relativa processione, si svolge in località Falconara (mt. 1600).
    * L'ultima domenica di Carnevale viene condotta per il paese, su di un mulo o su di un cavallo, una persona in costume carnevalesco ("ngaudarott"). La processione è seguita da suonatori.
    * Sagra dell'uva nel mese di ottobre.
    * Fiera l'8 dicembre, festa dell'Immacolata.
  • San Sosti

    * Carnevale Sansostese: sfilate di carri e maschere; rappresentazione dei dodici mesi dell'anno, con Capodanno e Moglie di Aprile.
    * Carnevaletto: "si rompe la pignata".
    * Il 19 di marzo festa patronale di San Giuseppe, con processione religiosa e fiera.
    * Prima domenica di maggio "la Cinta" festa religiosa. La festa si celebra fin dal 1783. "La Cinta" è una cordicell?_???a imbevuta di cera e riposta su di un cesto di vimini, che ogni anno una fanciulla, vestita di bianco, porta in testa fino al Santuario; a questo rito partecipano molti fedeli, i quali, alla fine della cerimonia, ricevono un pezzetto di cinta che accendono nei momenti di grave pericolo.
    * Ogni cinque anni nel mese di maggio viene portata a spalla la statua della Madonna del Pettoruto, dal Santuario al paese (distanza 3 Km) ove rimane per sette giorni nella Chiesa Madre. Durante i suddetti giorni si svolgono riti religiosi.
    * Nel mese di luglio festa della Madonna del Carmine con processione e fiera.
    * Agosto Sansostese con feste in piazza e giochi popolari.
    * Dall'1 all'8 settembre festa e fiera della Madonna del Pettoruto. Il 5 settembre viene incoronata la Madonna con l'oro offerto dai devoti. Il 7 settembre avviene la processione della statua della Madonna. Il giorno 8 settembre si procede con l'ultimo rito religioso togliendo l'oro alla Madonna.
  • Sant'Agata d'Esaro

    * Festa della Santa protettrice di S. Agata il 5 febbraio con processione religiosa.
    * La seconda domenica di novembre sagra delle castagne.
    * Il Venerdì Santo processione religiosa.
    * La seconda domenica di agosto si celebra la festa di S. Francesco di Paola con processione del Santo.
    * Il 7 e l'8 dicembre si celebra la festa dell'Immacolata.
    * Il 12 e il 13 dicembre si celebra la festa di S. Lucia.
    * È ancora presente l'usanza della serenata agli sposi la sera delle nozze.
  • Santa Domenica Talao

    * Festa patronale San Giuseppe la seconda domenica dopo il 20 di luglio con processione religiosa.
    * Festa di San Giuseppe dell'Accovata la prima domenica di maggio con processione religiosa.
    * Festa della Madonna del Rosario la prima domenica di ottobre con processione religiosa.
    * Giochi rionali: si tengono a ridosso o in coincidenza della festa patronale. Molto ambita è la vittoria della "Cursa du Pannu", gara podistica inserita nei giochi che garantisce la permanenza del "drappo benedetto" per un anno, nel rione vincente la corsa.
    * Immancabili, durante il periodo estivo, manifestazioni ed iniziative culturali organizzate dall'amministrazione comunale.
  • Saracena

    * Il 19 febbraio e durante il mese di agosto si celebra la festa di S. Leone patrono, con processione, fiaccole e falò "festa dei fucarizzi".
    * Nel mese di maggio si celebra la festa della Madonna della Catena.
    * L'ultima domenica di luglio si celebra la festa della Madonna della Fiumara.
  • Tortora

    * Festa di S. Biagio, patrono di Tortora, il 3 febbraio con processione religiosa.
    * Festa di S. Antonio il 13 giugno con processione religiosa.
    * Festa di San Michele ?_???il 29 settembre con processione religiosa.
  • Verbicaro

    * Festa di S. Giuseppe il 19 marzo con processione religiosa.
    * Festa Patronale della Madonna delle Grazie l'1 e 2 luglio con processione religiosa.
    * Festa della Madonna del Carmine il 15 e 16 luglio con processione religiosa.
    * Festa di S. Rocco il III sabato e III domenica di agosto con processione religiosa.
    * Festa dell'Immacolata Concezione , l'8 dicembre, detta anche il "di Perciavutta" perché per tradizione in quel giorno si assaggia il vino nuovo.
    * Tra le tradizioni di Verbicaro permane quella della Settimana Santa. In tale occasione nelle chiese è allestito il Sepolcro con le statue rappresentanti i Misteri, i "Lavuriedd" (germogli di grano misto a legumi) e le "Menzarule" (unità di misura utilizzate per pesare prodotti agricoli offerti alla Chiesa). Oltre il rito religioso della Cena Domini alle ore 18,00, il Giovedì Santo, verso mezzanotte, si ripete il rito pagano dei "battenti", persone devote che si autoflagellano e percorrono per tre volte il giro del paese e delle chiese. Alle tre del mattino del Venerdì Santo vengono portati i Misteri in Processione; il VI Mistero è Gesù incatenato ed incappucciato rappresentato da un fedele che porta la Croce ed è preceduto da due file di giudei, sempre a volto coperto, e ripete il rito della passione di Gesù Cristo.
  • fonte: www.parcopollino.it


    b&b Pieffe
    su 636 in Calabria
    su 232 in Provincia di Cosenza

    Bed & Breakfast Pieffe

    Viale Europa 10, 87010 Frascineto (Cosenza) Italy

    (+39) 347 10 16791

    email: info@bbpieffe.it

    © 2015 Bed&Breakfast Pieffe   web design:

    English Version Versione Italiana

    << Sito Ufficiale >>
    Bed & Breakfast
    Pieffe

    Viale Europa 10,
    87010 Frascineto
    (Cosenza) Italy

    (+39) 347 10 16791

    Skype:

    email: info@bbpieffe.it